Diagnostica Marche, centro Diagnostico per immagini

Diagnostica marche1 Nato nel 2010, il nostro centro opera nel campo della diagnostica per im­magini e della specialistica ambulatoriale, con lo scopo di fornire prestazioni tecnico­ cliniche di eccellenza in tempi brevi.

Questo obiettivo ci ha portato a riunire un’equipe di affermati professionisti che godono di notevole prestigio in ambito regionale e nazio­nale, disposti a mettere la propria esperienza al servizio dei cittadini.

In quest’ottica di attenzione alla qua­lità e al miglioramento continuo, nel 2013 Diagnostica Marche ha rinnovato completamente la propria dotazione strumentale con apparecchiature all’avanguardia.

Grazie alla convenzione stipulata con l’Università Politecnica delle Marche, vengono garantiti l’aggiornamento professionale degli operatori e il controllo di qualità delle prestazioni erogate.

Diagnostica Marche dispone delle più moderne tecnologie in campo diagnostico.

Oltre alla Risonanza Magnetica ad alto campo da 1.5 Tesla che effettua esami con e senza mezzo di contrasto, nel centro sono presenti tre moderne sale radiografiche con tecnologia digitale, una dedicata alla radiologia convenzionale, una alla mammografia e una sala TAC per effettuare esami con e senza mezzo di contrasto.

Sono inoltre presenti due ecografi che permettono di svolgere numerose tipologie di indagine.

I NOSTRI ESAMI DIAGNOSTICI:

RISONANZA MAGNETICA: SIEMENS MAGNETOM AERA DA 1.5 TESLA

L’elevata potenza del magnete (1.5 Tesla) consente di ottenere immagini ad altissima risoluzione e tempi d’esame ridotti, senza rischi per la salute. È infatti possibile studiare tutti i distretti corporei, con e senza mezzo di contrasto sempre in presenza del medico anestesista, se necessario con l’ausilio di tecniche avanzate quali il 3D, la Diffusione e la spettroscopia multiparametrica.

Concepita per offrire un elevato comfort al paziente, la nostra risonanza è provvista dell’apertura più ampia disponibile in commercio (70 cm di diametro) e di un cilindro molto corto (140 cm di lunghezza), aperto sui due lati che la possono far definire semiaperta. All’interno è illuminata tramite LED e provvista di un sistema di piacevole ventilazione. Tali caratteristiche sono già state apprezzate anche da pazienti claustrofobici. Durante l’esame il paziente ha la possibilità di ascoltare musica a scelta.

Adatto anche a pazienti fino a 250 kg di peso.

ESAMI RADIOLOGICI: Siemens Multix Fusion DR

Per offrirti un altissimo livello qualitativo per gli esami radiologici ci siamo dotati di apparecchiatura all’avanguardia. È noto che l’eccessiva esposizione alle radiazioni comporta un rischio per la salute. Per questo ci siamo dotati di apparecchiature radiologiche, completamente digitali, che riducono al minimo l’esposizione del paziente assicurando comunque un eccellente qualità dell’immagine.

TAC: La tomografia computerizzata (TAC) è una tecnica di diagnostica per immagini che permette di studiare le varie parti del corpo per la diagnosi e lo studio di numerose patologie. È un esame radiologico in cui i dati raccolti dal passaggio di vari fasci di raggi X nell’area studiata sono rielaborati da un computer così da ricostruire un’immagine tridimensionale dei diversi tipi di tessuto. L’esame consente di studiare qualunque parte del corpo umano. Spesso, per vedere meglio le fasi vascolari (arteriosa e venosa) di organi e tessuti, si utilizza il mezzo di contrasto a base di iodio, che viene comunemente iniettato per via endovenosa. Per specifiche indicazioni sono utilizzati anche altri tipo di contrasto che sono somministrati per via orale oppure introdotto nel retto o in un’articolazione. La nostra TAC GE BRIVO consente di acquisire 16 strati contemporaneamente con un innovativo sistema iterativo di riduzione della dose radiante al paziente fino al 60% in meno rispetto alle precedenti tecnologie pur mantenendo un’alta qualità delle immagini.

MAMMOGRAFIA DIGITALE : Siemens Mammomat Inspiration

Il centro dispone di un mammografo digitale di nuova concezione, capace di adattarsi alle caratteristiche del seno da studiare: in questo modo viene applicata soltanto la compressione necessaria per l’effettuazione dell’esame, con un impatto graduale e poco traumatico sul seno,  riducendo in modo considerevole il fastidio alla paziente. Inoltre, l’acquisizione digitale diretta dell’immagine garantisce esami di qualità eccellente riducendo la dose radiante al seno rispetto ad apparecchi non digitali.

ECOGRAFIA :L’ecografia è una metodica diagnostica non invasiva che utilizzando ultrasuoni (onde sonore) emessi da speciali sonde appoggiate sulla cute del paziente, consente di visualizzare organi, ghiandole, casi sanguigni, strutture sottocutanee ed anche strutture muscolari e tendinee in numerose parti del corpo. Durante l’esecuzione dell’ecografia, l’area da esaminare viene a contatto con un apposito gel, non tossico, che consente una migliore trasmissione degli ultrasuoni attraverso il corpo umano. L’ecografia costituisce uno dei primi approcci allo studio del corpo umano, ad eccezione dello scheletro osseo. Gli ultrasuoni, infatti, non sono in grado di studiare le strutture ossee. Le ecografie sono, invece, molto utilizzate per lo studio del collo (tiroide, linfonodi), dell’addome (fegato, reni, milza, pancreas, eccetera), della pelvi (vescica, utero, ovaie, prostata), dell’apparato muscolare (muscoli, tendini, legamenti).

ECOCOLORDOPPLER: L’Ecocolordoppler è l’esame di primo livello nella diagnosi e nello screening delle patologie vascolari, sia arteriose che venose. E’ sempre più richiesto sia dai medici di base che dagli specialisti per la sua non invasività (si esegue infatti come una semplice ecografia) e per il suo alto potere diagnostico. L’Ecocolordoppler è un esame operatore-dipendente; quindi eseguita da operatori con esperienza in materia di diagnostica vascolare permette una precisa e valida rappresentazione delle alterazioni vascolari.Non necessita di somministrazione di mezzi di contrasto nel torrente circolatorio. Questo tipo di esame sfrutta l’effetto Doppler che si basa sulla misurazione di variazioni di frequenza fra fascio incidente e fascio riflesso da un corpo in movimento (in questo caso i corpi in movimento sono rappresentati dai globuli rossi, quindi dal sangue). La variazione di frequenza degli echi riflessi è in relazione alla velocità ed alla direzione dell’elemento riflettente; dalla misurazione di questa variazione è possibile risalire alla velocità del sangue ed al verso di percorrenza dello stesso. Il color-doppler integra l’informazione relativa ai flussi e l’immagine bidimensionale in tempo reale dove, per convenzione, i flussi in avvicinamento hanno colore rosso e quelli in allontanamento hanno colore blu.

Gli esami Ecocolordoppler permettono di individuare la presenza di :

Stenosi ( ovvero restringimenti) ed occlusioni delle arterie, causate nella maggior parte dei casi da placche aterosclerotiche;

Trombosi venose profonde (TVP), in particolare agli arti inferiori

Vene varicose e reflussi venosi.

Caratteristiche dell’Ecocolordoppler

  • non invasività
  • ripetibilità
  • elevata accuratezza diagnostica
  • permette uno studio morfologico dei vasi arteriosi e venosi (immagini in B-mode)
  • permette uno studio funzionale con un’immagine emodinamica a colori, relativa alle velocità del sangue (flusso arterioso e venoso).

ELETTROMIOGRAFIA: L’Elettromiografia é un esame che viene utilizzato nella diagnostica neurologica per la valutazione di patologie a carico del sistema nervoso periferico e dell’apparato muscolare. L’elettromiografia si divide in due parti: nella prima (elettroneurografia) si misura la velocità di conduzione di uno stimolo elettrico lungo il nervo, si valuta l’ampiezza del potenziale elettrico evocato e la latenza distale attraverso stimolazione elettrica del nervo con uno stimolatore superficiale posizionato sul nervo e registrazione del potenziale elettrico evocato per mezzo di elettrodi superficiali posizionati sul muscolo. Nella seconda si inserisce un elettrodo ad ago (ago sottile inserito nel o nei muscoli) prima a riposo, in un secondo tempo durante contrazione minima del muscolo, infine alla massima contrazione. Questa seconda parte indica la presenza di attività elettrica spontanea (segno di denervazione), l’ampiezza e la durata dei potenziali elettrici muscolari, il numero di unità motorie attivate al massimo sforzo (un numero di unità motorie attivate ridotto è indice di sofferenza del nervo, un numero di unità motorie precocemente attivate è indice di sofferenza del muscolo).

A cosa serve l’esame?

Attraverso l’elettrmiografia si può evidenziare la sofferenza di una o più radici nervose, di uno o più nervi, lesione di uno o più tronchi nervosi, intrappolamento di un tronco nervoso ( esempio sindrome del tunnel carpale). L’elettromiografia viene prescritto nel sospetto di radicolopatie da ernie discali, lesioni dei tronchi nervosi, radicoliti e poliradicolonevriti, polinevriti, miopatie, miositi e poliniositi, miastenia; quest’ultima viene diagnosticata attraverso una stimolazione ripetitiva del nervo e registrazione sul muscolo.

 

RISONANZAMAMMOGRAFIARADIOGRAFIA

 

 

 

 

 

 

Diagnostica Marche

Diagnostica Marche

DIAGNOSTICA MARCHE SRL
Via Industria 1
60027 Osimo (AN)
Tel: 071 9256456
Fax: 071 9252107
Email: info@diagnosticamarche.com
Diagnostica Marche

Latest posts by Diagnostica Marche (see all)

FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmailPrintCondividi

COMMENTS